giovedì 20 maggio 2010

lo cerco su google

google è una corporazione multinazionale leader nel campo del cloud computing e delle tecnologie di ricerca su internet. il cloud computing è un principio relativamente recente del web, basato sull'assioma "il browser è il computer". in base a questo assioma, ribadito con forza dall'amministratore delegato di google eric schmidth in occasione dell'evento google i/o 2010, in futuro non ci sarà più separazione tra le attività computistiche offline e online. per chiarirci, fino a oggi siamo stati abituati a utilizzare internet per le ricerche online e ad avviare dei software installati sul nostro pc per eseguire ogni altro tipo di operazione (scrivere un testo, ritoccare una foto, riprodurre un video, eccetera). a partire da domani, invece, la fruizione di applicazioni e servizi avverrà esclusivamente online e tutte le attività che siamo abituati a svolgere offline passeranno nella rete. al punto che anche la microsoft sta progettando una versione online del pacchetto office 2010

  

google primeggia da anni nel campo del cloud computing, avendo ottenuto un capillare monopolio nella gestione degli spazi e dei servizi che  è possibile mettere a disposizione dei navigatori tramite la rete. ricostruire la "galassia google" è un'operazione complessa che richiederebbe ben più di un semplice post.

 
cominciamo da alcuni dati essenziali: 

  • google, che nasce come azienda privata, è stata fondata il 4 settembre 1998 da sergey brin e lawrence page, studenti della stanford university in california. il motto iniziale dei due è molto significativo: "organizzare l'informazione del mondo e renderla universalmente accessibile ed efficace". emerge da subito l'ambizioso proposito di un'esponenziale espansione del brand a livello globale. il 19 agosto 2004 brin e page lanciano un'offerta pubblica iniziale delle azioni della società, allo scopo di quotarla sul mercato.
  • l'utile 2009 della multinazionale ha superato il tetto dei 6.500 miliardi di dollari.
  • ogni giorno il suo motore di ricerca riceve oltre un miliardo di richieste di ricerca e gestisce il traffico di 20 petabytes di dati. per intenderci, 1 petabyte equivale a 1.024 terabytes, 1 terabyte a sua volta equivale a 1.024 gigabytes: in sostanza 1 petabyte è uguale più o meno a un milione di gigabytes (come avere 2.000 hard disk da 500 gb pieni di dati). al giorno.
  • dal 1 settembre 2009 il copyright del design minimalista della home page è protetto da un brevetto. il brevetto è depositato presso il united states patent and trademark office. è un'iniziativa senza precedenti, poichè si tratta del primo caso in assoluto in cui una pagina web, o parte di essa, viene protetta da un diritto d'autore [fonte wikipedia].

mappare i servizi, le applicazioni e i software messi a disposizione da google è come cercare di disegnare l'infinito... la cifra, infatti, supera nettamente il centinaio. ne sa qualcosa il nostro premier, che "non sa navigare ma capisce appieno le potenzialità di internet" (ma che bell'ossimoro), ma sopratutto è riuscito a pronunciare google "gògol". ma, essendo egli coltissimo, probabilmente si riferiva al grande scrittore ucraino della prima metà dell'800.
i "prodotti google" si dividono in 4 categorie fondamentali:
  1. prodotti desktop 
  2. prodotti mobile 
  3. prodotti web
  4. prodotti hardware.
1. del primo tipo di prodotti fanno parte applicazioni ed estensioni per desktop quali google chrome un browser sulla scia di firefox della mozilla o internet explorer della microsoft; google desktop, un'applicazione di ricerca che indicizza ogni tipo di file sul nostro pc; google earth, un mappamondo virtuale in 3D che usa immagini satellitari e fotografia aerea; gmail,  una casella di posta elettronica; picasa, un programma di editing fotografico.
2. del secondo tipo di prodotti fanno parte servizi online e applicazioni scaricabili sui cellulari quali buzz, (novità del febbraio 2010) un social network che sfrutta gmail; google calendar, un calendario-agenda; google news, un aggregatore di notizie; i-google, una google home page personalizzata con una casella di ricerca google in alto e serie di gadget personalizzati in basso; google reader, un aggregatore di feed RSS.
3. del terzo tipo di prodotti fanno parte sopratutto gli advertising, ovverossia epperciocchè i prodotti a pagamento: adsense, pubblicità per i proprietari di un sito o di un blog. adwords, servizio per creare annunci su google e siti partner, pubblicati tramite adsense; analytics, servizio di analisi dei dati che consente di ottenere informazioni dettagliate sul proprio sito web e sull'efficacia delle campagne di marketing; checkout, servizio che aiuta a semplificare il processo di pagamento per acquisti online; earth pro, servizio che offre agli utenti aziendali una serie di strumenti più avanzati rispetto al google earth di base, quali la possibilità di importare dati, di misurare distanze e di stampare immagini ad alta risoluzione. [grazie a valentina].
4. del quarto tipo di prodotti è esemplificativo lo smartphone nexus.


è chiaro che questo schema non è rigido e che le 4 tipologie non sono caselle a se stanti: è possibile che un prodotto sia connotato dall'incrociarsi di più caratteristiche. youtube (piattaforma di video sharing acquistata da google il 10 ottobre 2006 per soli 1,65 miliardi di dollari), ad esempio, oltre ad essere un prodotto web, è anche un prodotto desktop perchè è possibile scaricare un'applicazione che consente di visualizzare sul proprio desktop i video preferiti.
in pratica è impossibile raccapezzarsi e districarsi nella selva di decine e decine di altri prodotti ideati dalla nostra amata sorella multinazionale. ma non temete, amici: per salvarci dalla diritta via che era smarrita google ha pensato anche a questo: gpanion è una startpage che mostra i servizi e le applicazioni più importanti di google in una sola pagina.


ma non è tutto oro quello che luccica. lo vedremo nel prossimo post...


Condividi questo articolo

share su Facebook Condividi su Buzz Condividi su Reddit Twitter Condividi su MySpace vota su OKNotizie salva su Segnalo vota su Diggita Condividi su Meemi segnala su Technotizie vota su Wikio vota su Fai Informazione vota su SEOTribu Add To Del.icio.us Digg This Fav This With Technorati segnala su ziczac Condividi su FriendFeed Stumble Upon Toolbar post<li>

0 commenti:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
 
Licenza Creative Commons
This opera is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non opere derivate 2.5 Italia License.