domenica 19 dicembre 2010

happy birthday, mrs. war! [edit del 19 dicembre]

La candelina dovevate spegnerla!
lo scorso ottobre la guerra in afghanistan ha compiuto nove anni. sono stati spesi finora decine di miliardi di euro per ammazzare 15 mila civili (cifre ufficiali, che mai risultano verisimili), per iniettare nelle vene dei giovani occidentali quintali di eroina afghana, per mettere al comando del paese karzai, un presidente fantoccio, che negli anni '80 era sul libro paga della CIA a supporto dei mujaheddin contro la dominazione sovietica nel paese. quest'anno il parlamento italiano ha approvato un ulteriore finanziamento (con votazione unanime bipartisan) per la "missione militare di pace" (quale meraviglioso ossimoro!), con uno stanziamento di oltre 600 milioni di euro, 51 al mese. più altre spesucce varie per addestrare il corpo di polizia afghano o per lanciare volantini da un elicottero. nel 2007 l'ultima voce istituzionale contraria alla guerra si levò nelle vesti del senatore franco turigliatto, che osò votare contro la guerra in afghanistan e venne espulso da rifondazione comunista. oggi, il parlamento dell'amore marcia compatto verso la libertà e la fiducia. 

tanti auguri, afghanistan! tanti auguri, italia!

[aggiornamento]
 
da un articolo de il fatto quotidiano online del 19 dicembre:
l'europarlamento boccia la strategia nel paese asiatico: “abbiamo seguito troppo gli usa”. dopo 10 anni nel paese continua la corruzione e la coltivazione dell'oppio.
[...]
 dopo l’inequivocabile bocciatura della cosiddetta missione di pace in Afghanistan fatta da herman van rompuy, presidente del consiglio europeo, e rivelata da wikileaks, anche il parlamento europeo ha riconosciuto il fallimento dell’intera strategia UE nel paese.
[...]
“la strategia UE deve essere radicalmente riconsiderata visto che dopo quasi un decennio la sicurezza e le condizioni socio-economiche del paese sono ancora in deterioramento”. contrariamente a quanto affermato dalle autorità italiane, gli eurodeputati hanno ammesso che “la popolazione locale percepisce la coalizione sempre più come una forza d’occupazione” e per questo ‘l’exit strategy deve essere decisa in collaborazione con le autorità afghane”.
[...]
proprio la coltivazione degli oppiaci sembra aumentata negli ultimi anni, continuando ad essere una delle fonti principali di sussistenza per i 3,4 milioni di afghani che vivono nel paese.
e poi l’irrisolto scandalo degli aiuti umanitari. secondo pino arlacchi, direttore dal 1997 al 2002 del programma antidroga ed anticrimine dell’ONU, tra il 70 e l’80% degli aiuti si perde tra sprechi e corruzione. si parla di 23-27 miliardi di dollari scomparsi nel nulla a causa di “sprechi, costi di intermediazione e sicurezza troppo elevati, fatturazione eccessiva e corruzione”.
[...]
la capacità di governare del governo karzai è stata sopravvalutata”. impietoso, infatti, il ritratto del premier afghano emerso dai dispacci della diplomazia usa pubblicati da wikileaks: “hamid karzai è deludente ed incapace in un afghanistan che mette in vendita se stesso a tutti i livelli”.


Condividi questo articolo

share su Facebook Condividi su Buzz Condividi su Reddit Twitter Condividi su MySpace vota su OKNotizie salva su Segnalo vota su Diggita Condividi su Meemi segnala su Technotizie vota su Wikio vota su Fai Informazione vota su SEOTribu Add To Del.icio.us Digg This Fav This With Technorati segnala su ziczac Condividi su FriendFeed Stumble Upon Toolbar post<li>

0 commenti:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
 
Licenza Creative Commons
This opera is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non opere derivate 2.5 Italia License.