domenica 12 dicembre 2010

wikifreaks, ovvero falsi misteri e misteri veri

Benefattore!
delle "mostruosità" (o presunte tali) svelate da wikileaks sappiamo ormai tutto, e tutti ci siamo formati un'opinione personale. mi chiedo però quale sia la pietra dello scandalo, alla conoscenza di quale clamoroso e inaccessibile segreto il "mago degli hacker" julian assange ci abbia permesso di attingere. sapevamo già che berlusconi fosse un puttaniere (l'attributo, assai poco elegante, va "interpretato nel contesto": parole di enrico rossi, governatore della toscana. e se lo usa lui, lo faccio anch'io!) vanitoso, inefficace e stanco, dedito alle donne e ai festini selvaggi, nonchè paggetto personale di putin, "maschio dominatore". sapevamo già che sarkozy fosse un presidente emotivo, autoritario e filoamericano; che gheddafi fosse un ipocondriaco e un misogino circondato da procaci donne-oggetto; che la merkel, definita "noiosa", non sapesse interpretare numeri di alta prestigitazione.
e le scottanti rivelazioni che avrebbero sconvolto lo scenario politico mondiale quali sarebbero? che america e cina mal si sopportano? che gli usa non vedono di buon occhio l'uranio pakistano, il dittatore iraniano ahmadinejad, la gazprom russa, o ancora meglio tutto il resto del mondo? sarebbe questo il terrorismo mediatico, l'11 settembre del web?
Julian Assange
eppure, il prof. giorgio triani, durante la lezione di comunicazione giornalistica e pubblicitaria di giorno 9 dicembre, ha voluto inquadrare quella di wikileaks come una rivoluzione, proponendoci uno spunto di riflessione: la penetrazione della privacy perpetuata da wikileaks non supera forse oltre ogni misura il limite della legalità e dell'eticità dell'informazione? è lecito che non sia più segreto quel che dovrebbe esserlo?
la mia risposta è che nella diplomazia, e a maggior ragione nella politica, non dovrebbero esserci "misteri" o segreti di alcun genere. la mia risposta è che il "terremoto" mediatico generato da wikileaks non si sia rivelato affatto una rivoluzione, perchè il valore-notizia è totalmente assente nei documenti che l'organizzazione di assange ha diffuso sul web.
la mia risposta è che vorrei una wikileaks degli archivi di stato di tutte le principali nazioni occidentali. soprattutto dell'italia.  quella sì che sarebbe una rivoluzione in grado di ribaltare il mondo intero.
per questo ritengo uno stupro alla civiltà di un'intera nazione il tentativo di questo governo di procrastinare i termini del riserbo che opprime i tanti, troppi fatti di sangue che hanno macchiato la nostra storia. un insulto alle coscienze degli italiani, cui ha dato l'avvio, nel luglio 2010, la commissione granata sul segreto di stato. mi viene da chiedermi chi si voglia proteggere. qualcuno che, dopo tanti anni, è ancora abbarbicato nelle istituzioni? in ogni caso, la commissione granata ha giudicato i servizi segreti e il presidente del consiglio idonei a stabilire se una classificazione "top secret" possa essere prorogata o meno oltre il limite massimo di 30 anni, stabilito dall'articolo 39 della legge 124 del 2007, legge varata dall'esecutivo presieduto da romano prodi. 
apriamo questi archivi, invece, e scopriamo quello che c'è dentro. scopriamo, finalmente, la verità. apriamoli a montecitorio, e leggiamone il contenuto dinanzi ai parlamentari, dinanzi ai cittadini tutti.

quanto è tormentata la ricerca di tutta la verità? "quello di bologna - risponde paolo bolognesi, presidente dell'associazione dei familiari delle vittime della strage di bologna del 2 agosto 1980 - è l'unico processo per strage in italia che è riuscito a scoprire chi sono stati gli esecutori materiali della strage, o alcuni di essi. sono i terroristi mambro, fioravanti e ciavardini. e questo dopo un iter processuale che si è concluso addirittura nel 2007, cioè 27 anni dopo. in questo processo ci sono anche i depistatori: il gran maestro della loggia P2, licio gelli, il faccendiere francesco pazienza, il generale musumeci, il colonnello belmonte, che oltre a essere iscritti alla loggia P2 erano al vertice del servizio segreto militare. non dimentichiamo che il direttore di questo servizio, il generale santovito, non è arrivato al giudizio finale perchè durante il processo è deceduto".

"nel 1981 - continua bolognesi - viene scoperta la loggia massonica P2 e da lì cominciano ad aprirsi degli scenari incredibili e l'anno dopo viene scoperto il piano di rinascita, il progetto politico della loggia P2. dopo 30 anni, dobbiamo constatare che quel progetto politico sembra sia stato l'ispirazione per leggi che sono state varate negli ultimi quindici anni in italia. pertanto, quando parliamo dell'attualità della strage di bologna dobbiamo anche valutare cosa ne è stato di quel piano e del progetto politico che lo ispirava".

Il "popolo dell'agenda rossa"
io voglio sapere perchè il 27 giugno 1980 nei cieli di ustica si è combattuta una battaglia aerea in tempo di pace ed è stato abbattuto un aereo civile
voglio sapere dov'è l'agenda rossa di paolo borsellino, dove sono le 5 borse di aldo moro. 
voglio sapere chi c'era dietro gli attentati di capaci e di via d'amelio

voglio sapere chi ha ordinato e chi ha compiuto la strage di piazza della loggia a brescia, il 28 maggio 1974. voglio sapere del golpe borghese e dell'organizzazione segreta gladio. della P2, del piano solo, del caso mattei. del delitto pecorelli, di mauro de mauro, di roberto calvi.  

voglio sapere chi ha massacrato sindacalisti e contadini a portella della ginestra. chi ha ordinato e compiuto la strage di piazza fontana il 12 dicembre del 1969. chi ha ucciso il bandito giuliano, e se c'è un nesso tra l'attentato a papa giovanni paolo II e il rapimento di manuela orlandi. voglio sapere di ilaria e miran.  
  


Il cadavere del bandito Salvatore Giuliano, con la canottiera intrisa di sangue lungo tutta la schiena. Peccato che i colpi dei proiettili lo raggiunsero al petto!

 io voglio sapere!


Condividi questo articolo

share su Facebook Condividi su Buzz Condividi su Reddit Twitter Condividi su MySpace vota su OKNotizie salva su Segnalo vota su Diggita Condividi su Meemi segnala su Technotizie vota su Wikio vota su Fai Informazione vota su SEOTribu Add To Del.icio.us Digg This Fav This With Technorati segnala su ziczac Condividi su FriendFeed Stumble Upon Toolbar post<li>

0 commenti:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
 
Licenza Creative Commons
This opera is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non opere derivate 2.5 Italia License.