domenica 16 gennaio 2011

NASCE LA RUBRICA "LE PAROLE COPERNICANE"

  le parole copernicane sono le parole che ripristinano una realtà, che ribaltano un inganno, come tentò di fare nicolò copernico quando propose il suo sistema eliocentrico, sbugiardando quello tolemaico e rompendo secoli di false credenze e di erronee interpretazioni delle sacre scritture. 
     una rivoluzione geocentrica, contraria a quella copernicana e perdurante da almeno vent'anni nel nostro sventurato paese, vorrebbe celare ancora una volta la (o le) verità e gabbare i cittadini. è una rivoluzione scientifica, non nel senso epistemologico del termine ma metodologico di un'azione perseguita con energia inesauribile e strategia rigorosa, volta a un "capovolgimento dell'universo" che riguarda la lingua e i concetti anzichè lo spazio. la terra posta nuovamente al centro dell'orbita del sole e degli altri pianeti
     per riuscirci, la comica regia di chi ci governa e ci ha governati ha giudicato indispensabile riuscire a convincere la platea, a irretirla e a blandirla a sua insaputa. il cittadino ridotto al rango di suddito. arma dell'offesa non potevano (e non possono) che essere le parole: soprattutto quelle che un tempo avrebbero generato paura, diffidenza o disprezzo e che oggi, grazie a mefistofeliche operazioni cosmetico/stilistiche, sono state restaurate, estetizzate e ripresentate ai cittadini in forme suadenti e rassicuranti. perfino amichevoli. forme nuove, rese istituzionali attraverso leggi, dichiarazioni ufficiali di ministri, azioni di governo, modelli politici e comportamentali assunti. 
     ma la rivoluzione geocentrica non è stata responsabilità della sola politica. più in generale, l'ingorgo massmediatico nel quale viviamo (la trivialità della televisione, l'affastellamento informatico e nozionistico del web, ecc.) ci travolge ogni giorno con termini nuovi e insignificanti o con termini consuetudinari scarnificati del loro contenuto. il depauperamento della nostra lingua (e più in generale del linguaggio comunicativo) sembra inarrestabile.
     in questo spazio voglio raccogliere le "parole copernicane" e dare il mio modesto contributo per una restituzione di senso, una restaurazione di significante e significato originari di tante parole "deturpate". è una delle sfide più grandi che giornalisti e letterati possano trovarsi ad affrontare nell'italia odierna, terra di falsità e censure fin dai suoi primordi. dalla sopravvivenza della parola vera, ne sono profondamente convinto, dipende una buona parte del futuro della nostra nazione.
    
     per questo ho deciso di dedicare una rubrica (raggiungibile cliccando su "le parole copernicane" nel banner in alto) alla ricerca di queste parole. l'obiettivo è cercare di "salvarne" il più ampio numero possibile. 
chi volesse, può contribuire suggerendo nuove parole da inserire nella rubrica. è sufficiente un commento a qualsiasi post o una e-mail presso deadlock_84@yahoo.it.

si inizia subito con "lavoratore" (il cui significato è stato stravolto dalla legge 30/03) e con "incapiente". 


Condividi questo articolo

share su Facebook Condividi su Buzz Condividi su Reddit Twitter Condividi su MySpace vota su OKNotizie salva su Segnalo vota su Diggita Condividi su Meemi segnala su Technotizie vota su Wikio vota su Fai Informazione vota su SEOTribu Add To Del.icio.us Digg This Fav This With Technorati segnala su ziczac Condividi su FriendFeed Stumble Upon Toolbar post<li>

0 commenti:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
 
Licenza Creative Commons
This opera is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non opere derivate 2.5 Italia License.