martedì 19 aprile 2011

3^ giornata del fantacalcetto

fantacalcetto in pratica già finito: vighi, già in testa, realizza QUARANTUNO punti nella stessa partita: 9 goal, 5 assist, voto 9. fochi è IL GHANA DELLA SITUAZIONE, soprendente terzo. 


FLOP DI GIORNATA: mammone, che crolla al sesto posto. 
TOP DI GIORNATA: venezia, che balza dal penultimo alla pari proprio con mammone.
RE DEI MARCATORI: vighi, 13 goal. armento 5, mammone 3, ingargiola, bondi, trupo e venezia 2, gli altri 1.
RE DEGLI ASSIST: sempre vighi, 6 finora.
questa la classifica:

  1. vighi (3): 26 + 9 + 27 + 5 = 67
  2. armento (3): 16 + 8,5 + 12 + 4 = 40,5
  3. fochi (3): 16,5 + 7,5 + 3 = 27  
  4. ingargiola (3): 16,5 + 6 + 3 = 25,5
  5. trupo (3): 14,5 + 5 + 3 = 22,5
  6. mammone (2): 16,5 + 4 + 1 = 21,5*; venezia (2) 6 + 7,5 + 6 + 2 = 21,5
  7. bondi (2) 12 + 4,5 + 3 = 19,5
  8. viola (2): 17,5
  9. giannotta (3): 10,5 + 5 - 1** = 14,5
  10. ranauro (2): 3,5 + 6 + 3 = 12,5
  11. crosali (1): 8

*assist su calcio d'angolo, nuova regola gazzetta di quest'anno.
** premio dell'onestà per giannotta: ammette una papera non vista su un goal di accursio. grande!


Condividi questo articolo

share su Facebook Condividi su Buzz Condividi su Reddit Twitter Condividi su MySpace vota su OKNotizie salva su Segnalo vota su Diggita Condividi su Meemi segnala su Technotizie vota su Wikio vota su Fai Informazione vota su SEOTribu Add To Del.icio.us Digg This Fav This With Technorati segnala su ziczac Condividi su FriendFeed Stumble Upon Toolbar post<li>

barcellona - tuttocuoio (e niente arrosto) 17-3

nella consueta partitella infrasettimanale buona sgambata per i ragazzi di guardiola in vista del classico contro il real di mourinho. 17 le reti rifilate alla squadra locale del tuttocuoio (esiste veramente). sugli scudi vighi, autore di ben 9 reti, condite da 5 assist. in evidenza anche armento, 4 goal e 4 assist. nel corso dei due tempi di 30' ciascuno, disputati sul prato dello stadio san pancrazio, mister guardiola ha alternato tutti i disponibili, provando gli schemi d'attacco e di difesa. la preparazione proseguirà domani, con una seduta di allenamento mattutina a porte chiuse sul campo in erba sintetica della ciudad deportiva joan gamper. 


barcellona
fochi 7,5: finalmente impeccabile, come l'aspettavamo da tempo. le prende tutte, anche se non deve impegnarsi in interventi miracolosi come nel match precedente. ma è cattivo e deciso come deve essere un portiere, l'area è il suo territorio e lui lo marca pisciando ovunque. incolpevole sui 3 goal presi, e nel finale va pure a segnare, spogliandosi per la commozione.  cane da caccia. 
ingargiola 6: a conferma dei suoi piedi di legno, in una giornata del genere riesce a segnarne solo uno, mangiandosene un paio di incredibili (con l'aggravante che la partita era ancora in bilico). non rischia niente dietro, anche se è un po' incerto in un paio di interventi (come sul goal di bondi). ma gli attaccanti avversari si fanno vedere poco e lui si limita alla normale amministrazione. segna il suo solito goal a porta vuota (solo così) a partita ormai finita. operaio. 
venezia 7,5: partita "monstre" del pendolino saccense, che si clona in attacco e in difesa. dietro non ne fa passare una (cede solo a un numero incredibile di bondi, senza conseguenze), davanti pressa come un matto, ruba mille palloni, segna con un sinistro al volo. poi fa la doppietta e regala due assist. sbaglia anche stavolta un goal a porta spalancata, ma glielo perdoniamo. furia cavallo del west. 
armento 8,5: non aggiungo altro, oltre all'immagine a fianco, per descrivere come gli avversari (non) hanno visto armento in campo. campione mondiale di slittino su erba, per fermarlo lo devi abbattere a fucilate. e il piede è di gran lunga più educato rispetto allo scorso anno. oggi, poi, ha messo in mostra potenza e precisione chirurgica: 4 goal e 4 assist, per lui. primo uomo a motore della storia.
vighi 9: non gli metto 10 perchè a un certo punto è diventata troppo facile, ma lo meriterebbe. finalmente generoso come deve essere un leader, e spietato ed egoista il giusto quando "fiuta" il goal. e oggi l'ha fiutato ben 9 volte, con 5 assist. la pulga. 

tuttocuoio
giannotta 5: come portiere si difende bene, vede arrivare vighi e armento come biglie del flipper e fa quel che può. la papera su un goal di venezia gli costa mezzo punto, ma di più onestamente non poteva fare. poi si sposta in campo e la prestazione cala: troppo evanescente, sbaglia qualche passaggio e qualche dribbling di troppo. spaesato. 
ranauro 6: è l'unico che lotta fino alla fine, anche se sta 14 goal sotto. a essere onesti anche lui non gioca una partita sufficiente. ma questo vuole essere un premio, più che alla prestazione (anche lui si è fatto travolgere dagli scambi a velocità vertiginosa tra vighi, armento e venezia), alla dignità con cui non si è tirato indietro nonostante il passivo. pasticcione in almeno due dei goal subiti, mentre per l'ennesima volta fa vedere che il meglio lo dà quando viene schierato tra i pali. ma lui lì non ci vuole stare. va anche a segno. cocciuto.  
trupo 5: stavolta il ruolo da centrale difensivo lo penalizza oltremodo, si fa superare regolarmente dalle incursioni avversarie. è davanti che dà il meglio: gli avversari sono costretti a ricorrere a diversi falli per fermarlo e la butta anche dentro al termine di una bella azione personale. ma è troppo nervoso, non è così che può prendersi la squadra sulle spalle: lui aveva il maggior tasso tecnico e doveva guidarla con più lucidità e meno incazzature. sappiamo che può dare molto di più. giornata amara.
bondi 4,5: nel pre-partita una dichiarazione preoccupante: "siccome l'altra volta avevo mangiato troppo e ho rischiato di vomitare, stavolta ho pranzato con un'insalata". bene, si faccia consigliare da rosanna lambertucci sulla giusta dieta prima dei match. per prenderlo un po' in giro, potremmo dire che oggi in campo era nella versione "er moviola": troppo statico, i commentatori alla moviola non hanno avuto bisogno di rallentare le immagini. a metà partita ha già il fiatone e smette di rincorrere gli avversari. segna un goal di rapina e fa un numero incredibile su accursio con rabona finale (tra l'altro pericolosa). ma anche lui, come trupo, può e deve dare di più. i numeri ce li ha e li fa vedere, ma devi farsi il così detto mazzo se vuole entrare nel cuore dei tifosi. dietologo in crisi. 
scusa la cattiveria, filippo! si scherza, eh! sono bastardo di proposito per stimolare la rivalsa!
mammone 4: qua non c'è cattiveria, ha sbagliato proprio tutto. si è lamentato con chiunque su tutte le azioni, ma ha deluso rispetto all'esordio: poco propositivo, poco incisivo in avanti, non dettava il passaggio con la pericolosità della prima partita nè mostrava la stessa precisione al tiro. fermato più volte da venezia, non poteva rimediare ripiegando in copertura a causa della sua stazza: in questo modo ha fatto largo a diversi contropiede avversari. il flop di giornata. 


Condividi questo articolo

share su Facebook Condividi su Buzz Condividi su Reddit Twitter Condividi su MySpace vota su OKNotizie salva su Segnalo vota su Diggita Condividi su Meemi segnala su Technotizie vota su Wikio vota su Fai Informazione vota su SEOTribu Add To Del.icio.us Digg This Fav This With Technorati segnala su ziczac Condividi su FriendFeed Stumble Upon Toolbar post<li>

venerdì 15 aprile 2011

1^ (e ultima) edizione del fantacalcetto

e siccome siamo qui per scherzare, che lo scherzo continui. prima (e probabilmente ultima) edizione del fantacalcetto, il fantacalcio cui possono partecipare solo gli scarsoni
non si accettano fenomeni: se hai i piedi buoni, qui non ci puoi stare

altra condizione essenziale e necessaria per partecipare: l'autoironia, ossia la capacità di non prendersi troppo sul serio. chi non ce l'ha, è pregato di restare direttamente a casa. ribadisco, nel caso non fosse chiaro a qualcuno, che trattasi di gioco, di divertimento fine a se stesso. dalle nostre partite (e dalle nostre pagelle) sono banditi i musoni, partecipa solo chi ci mette grinta e cuore

premio finale: 3 euro sotto forma di birra (no cocktail, solo birra, di sottomarca e pure calda), offerta dall'ultimo solo e soltanto al primo. 
affollatevi e affrettatevi a iscrivervi, dunque, perchè il premio è uno e allettante e i partecipanti numerosi. 

regole: per concorrere alla palma di "re degli scarsoni" devi giocare il "50%+1" delle nostre allucinanti partite. la classifica si basa sui classici punteggi fantacalcistici. i voti sono a insindacabile giudizio del sottoscritto (evitate di scartavetrargli le bolas, il voto non verrà comunque cambiato), fatta eccezione - d'ora in poi - per i suoi stessi voti, che verranno decisi nel post-partita tramite apposito sondaggio. 
bonus: i soliti, il +1 per l'assist e il +3 per il goal e per il rigore parato. malus non ce ne sono, perchè noi scarsoni non sbagliamo mai. se malauguratamente dovesse capitarvi un'autorete, -2. onde evitare risse per accaparrarsi un rigore, il tiro dal dischetto spetta a chi subisce il fallo e, nel caso del fallo di mano, a chi se l'è procurato con un cross o un tiro. l'improbabile errore dal dischetto è -3. ma non succederà.

Se vedete un portiere intervenire così, NON è un miracolo salva-risultato
caso portiere: ovviamente, nel calcetto per il portiere bisogna fare un discorso a parte. i rigori (e la conseguente chance di pararli) sono rarissimi, i punteggi sempre alti (e i goal subiti troppi). in sostanza, per il portiere non ci sarebbe alcuna possibilità, e fin da adesso sarebbero ranauro e fochi a contendersi l'ultimo posto. per questo ho pensato (chi ha idee migliori le esponga): +3 per il portiere ad ogni suo "miracolo". per "miracolo" si intende quell'intervento impossibile e spettacolare che il portiere eventualmente può effettuare durante una partita e che, a giudizio unanime, salva il risultato. per il portiere, a conti fatti, equivale davvero a un goal. come malus, -1 solo per quei goal subiti in cui la responsabilità (o, meglio, la "vaccata") del portiere sia evidente.

questa la classifica dopo due partite. se vi viene in mente qualche assist che ho dimenticato, segnalatelo. tra parentesi le partite disputate: 
  1. vighi (2): 6,5+3+3+6,5+3+3+1= 26 
  2. viola (2): 6,5+7+3+1 = 17,5 
  3. fochi (2): 6+3+6,5+3-1-1= 16,5*; ingargiola (2): 6,5+7+3= 16,5; mammone (1): 7,5+3+3+3= 16,5 
  4. armento (2): 6,5+1+3+5,5= 16
  5. trupo (2): 5+3+6,5= 14,5
  6. bondi (1): 6+3+3= 12
  7. giannotta (2): 4+6,5= 10,5
  8. crosali (1): 5+3= 8
  9. venezia (1): 6
  10. ranauro (1): 5,5-1-1= 3,5**
* considero "miracolo" un intervento effettuato nella prima partita a casa dallatana, quando ha deviato sulla traversa con la punta delle dita un bolide terrificante di caprara. altro miracolo, nella seconda partita, quando ha tolto dall'incrocio una bordata sul secondo palo di vighi. precise responsabilità, sempre nella seconda partita, sul primo goal di vighi, al quale "passa" la palla, e sul goal di viola: bello il pallonetto, troppo moscio l'intervento. 
** considero errori il tentato colpo di karate con il quale ha spianato la strada a bondi per il suo primo goal, e l'intervento al rallentatore con il quale ha ribadito in rete un altro tiro di bondi a porta libera. 

Finirà così?
ps: vorrei precisare, qualora non fosse ancora cristallino, che criterio per l'assegnazione dei voti NON è NÈ mai sarà la qualità tecnica. proprio perchè siamo tra scarsoni, se uno di noi (a cominciare da me) deve essere penalizzato perchè ha i piedi di legno, allora è inutile giocare. perchè in questo modo a prendere un voto almeno sufficiente saranno sempre in due-tre, mentre noi scarsoni possiamo aspirare al massimo a un 4, se non peggio. sta a chi è davvero bravo far valere la propria superiorità, non a chi non lo è improvvisarsi fenomeno dall'oggi al domani. 

criteri sono la grinta, l'impegno, la determinazione, il rispetto del ruolo e della posizione in campo, il lavoro per la squadra e soprattutto "i fatti concreti": i goal, gli assist, i salvataggi miracolosi, gli errori davvero clamorosi (sia in attacco sia in difesa), i numeri a sorpresa.

buon divertimento!


Condividi questo articolo

share su Facebook Condividi su Buzz Condividi su Reddit Twitter Condividi su MySpace vota su OKNotizie salva su Segnalo vota su Diggita Condividi su Meemi segnala su Technotizie vota su Wikio vota su Fai Informazione vota su SEOTribu Add To Del.icio.us Digg This Fav This With Technorati segnala su ziczac Condividi su FriendFeed Stumble Upon Toolbar post<li>

mercoledì 13 aprile 2011

i casaccati - "le maglie che trupo non ha mai portato" 4-6

al 517' minuto qualcuno si è chiesto se non fosse il caso di andare a fare colazione, visto che l'alba era ormai spuntata da un pezzo e che si giocava ormai il 28° tempo supplementare dal pomeriggio del giorno prima. anche adesso, in sede di commento finale, la partita non è ancora giunta al termine: alle 19:37 marco armento è stato visto mentre scattava sulla fascia in via d'azeglio  per andare a prendere un lancio di fochi da via gramsci. dopo aver scaraventato il pallone nella "bottega del libro" (centrando in pieno il manuale di genovesi), ha lanciato la proposta di giocare domani il match di ritorno. anche noi gli abbiamo lanciato qualcosa, ma non erano le nostre risposte.
Al 18° tempo supplementare alcuni giocatori, stremati, hanno piantato le tende a bordo campo e sono andati a dormire, dopo aver stabilito i turni per rientrare sul terreno di gioco. I più temerari, invece, come potete vedere hanno continuato imperterriti.

casaccati: 
fochi 6,5: vorrei tanto dargli un voto alto, perchè ne ha prese veramente di impossibili. ma le solite mani da mastrolindo si piegano al pallonetto - non irresistibile - di viola, ed è fatale una distrazione sul primo goal di vighi (anche se a dir la verità nell'occasione è pressato dalla fretta di un insolitamente nervoso armento). migliorato nel rinvio con le mani, cerca anche di evirare vighi, non riuscendoci per un soffio. senza le due "scivolate" di cui sopra, sarebbe da 8. recidivo. 
venezia 6: scena uno: "accursio, non andare sempre sul calcio d'angolo, che resto da solo uno contro due e ti stanchi inutilmente". segue silenzio. scena due: "gaspare, sai che sono stanco? ora mi riposo un po', sto correndo troppo". "accursio, ma vaffanculo!". un leone in difesa, venezia fin dal primo minuto affronta qualunque avversario con la coppola tra i denti. temerario come un paladino medievale, non fa una piega davanti alla tecnica di vighi o alla stazza di mammone, alto e largo il doppio di lui. mezzo voto in meno per l'indisciplina tattica che lo travolge nella seconda parte della sfida e per i piedi a forma di chiave inglese in occasione dei due goal sbagliati a porta libera. don chisciotte. 
ingargiola 7: perdonerete un po' di vanità nel curatore della rubrica, ma il buon ingargiola gioca una partita gagliarda, non ha particolari responsabilità sui goal avversari, si immola su diversi bolidi ed è puntuale nelle chiusure. va pure a segno con il 3-3 della (vana) speranza. strazia inutilmente le proprie tonsille per cercare di sferzare la squadra e di disciplinare venezia. paolino paperino. 
armento 5,5: non è la solita "fionda di matera". nervoso come non si era mai visto, la sua partita si riduce a una serie di improperi distribuiti un po' a tutti e a due tiri rabbiosi all'incrocio miracolosamente sventati prima da ranauro e poi da giannotta. con un altro bolide tenta la decapitazione della manfredini, mancata. a conferma della giornata storta, è forse sua la mancata marcatura su vighi in occasione del suo secondo goal. recupera mille palloni col solito cuore, ma non basta.  sgarbi per un giorno. 
bondi 6: è vero, segna una doppietta (a porta libera), ma quanti ne sbaglia? forse condizionato da un malore a fine primo tempo, bondi lascia l'impressione dell'incompiuto: fa tutto bene, lo stop, il movimento, ma poi sparacchia tiri a casaccio, centrando inevitabilmente l'angolo-donzelle. discreto il dialogo con la punta crosali, meno il contributo in termini di pressing e grinta. insomma, c'è da affinare l'intesa. flemmatico come un eremita in meditazione.
crosali 5: a partita ormai finita (ma sicuro che sia finita?), centra il timbro personale. prima, però, esibisce soprattutto "panza e presenza" (soprattutto panza) e una forma fisica dubbia, per forza di cose dovuta al lunghissimo stop causato da un infortunio allo sternocleidomastoideo. ma il buon crosali c'è, e fa vedere che tornerà presto agli antichi fasti con uno strepitoso sombrero a centrocampo. da rivedere.

"le maglie che trupo non ha mai portato"
ranauro 5,5: togliete l'alcool a quest'uomo. decisivi alcuni suoi interventi tra i pali, che tengono a lungo la partita inchiodata sullo 0-0, ma sui goal di bondi mostra di essere ancora all'xxl a ballare sui tavoli. e quando diventa giocatore di movimento, vaga per il campo alla ricerca di una posizione precisa. a fine partita, inebetito, è entrato negli spogliatoi degli avversari e ha abbracciato il loro mister. poi ha tentato la scivolata sull'arbitro, scambiandolo per il centravanti dei casaccati. eppure l'avevamo detto a trupo che doveva cambiare procuratore: bisogna trovare al talento di ascea una collocazione che ne metta in risalto le qualità. ranauro non può fare il difencampistante. stordito. 
giannotta 6,5: trasformato (e disciplinato: allora quando vuole la tiene la posizione, te possino!) rispetto al match d'esordio, il buon giannotta lotta e gioca con ordine, spazzando quando serve e senza commettere particolari errori. certo, soffre le accelerazioni di armento, ma anche lui non è certo un paracarro, la corsa c'è. mezzo voto in meno perchè in avanti non piazza un cross che sia uno, forse sfavorito dalla fascia, lui che è un mancino naturale. lazzaro. 
trupo 6,5: nell'insolita veste di centrale della difesa, trupo si rivela decisivo. quando si proietta in avanti abbatte le ultime rondini che avevano tardato la migrazione. ma dietro è regia pura: imposta, detta i tempi, accelera e rallenta il gioco quando serve, lancia al bacio. certo, il suo ruolo sarebbe più avanti, se almeno aggiustasse la mira... adattato. 
viola 7: sferraglia sulla fascia che è un piacere, crossa, corre e tampona. va a beffare fochi con un pallonetto velenoso e manda in rete vighi per la doppietta. ignorato troppe volte liberissimo in area, quando ha l'occasione trova ingargiola che gli nega la doppietta personale. nuovo candela. 
mammone 7,5: ha il tritolo nel piede destro e mette a segno una tripletta, con una bella punizione (nel caso però è colpevole la barriera, che si apre e disorienta fochi) e due conclusioni da cecchino in area. sempre pronto a dettare e servire il passaggio e a sfruttare con malizia la sua stazza. però, fidati, mammone, sulle punizioni a favore non puoi entrare nella porta avversaria, che regola è? cattivo come gambadilegno.  
vighi 6,5: egoista, troppo egoista. segna una doppietta da rapace dell'area, sfruttando perfettamente gli errori avversari. ma troppo spesso si intestardisce nell'azione personale, ignorando i compagni meglio piazzati. non dispiace affatto nel finale nell'insolito ruolo di esterno, nel quale si esalta il suo lancio al millimetro. solista. 


le maglie che trupo non ha mai portato, voto -2: come la maglia bianca che doveva portare a bondi e quella del parma per ranauro. scena uno: "la maglia bianca per bondi la porto io". scena due: "l'hai portata la maglia bianca per bondi?". "chi, io? non ce l'ho!". no comment. 


Condividi questo articolo

share su Facebook Condividi su Buzz Condividi su Reddit Twitter Condividi su MySpace vota su OKNotizie salva su Segnalo vota su Diggita Condividi su Meemi segnala su Technotizie vota su Wikio vota su Fai Informazione vota su SEOTribu Add To Del.icio.us Digg This Fav This With Technorati segnala su ziczac Condividi su FriendFeed Stumble Upon Toolbar post<li>

sabato 9 aprile 2011

all white athletic - black dallatana 4-5

allo stadio "ximenes of windsor" è andata in scena la prima partita della stagione primavera-estate 2011. un match vibrante di emozioni e ricco di continui capovolgimenti, salvataggi miracolosi, pali e traverse, che non ha mancato di entusiasmare l'unico spettatore presente, un padre ansioso per le sue finestre. alla fine hanno prevalso per 5-4 i neri, dei quali non siamo in grado di offrire le pagelle perchè dei giocatori che non conosciamo noi non scriviamo. 

Il manto erboso non si presentava in perfette condizioni, ma i giocatori in campo non si sono demoralizzati e hanno escogitato gli opportuni correttivi, di modo che il match potesse essere regolarmente disputato.

fochi 6: classico portiere africano. nel primo tempo mani saponate quando va in presa e uscite da infarto, anche se onestamente sui goal poteva fare ben poco. nella ripresa, anche con un pizzico di fortuna (incredibile una parata di orecchio sul tullio), si trasforma in un uomo di gomma e arriva là dove le leggi fisiche lo vieterebbero. e solo per questo ne becca soltanto altri 2. imprevedibile.
viola 6,5: "sono un terzino brasiliano degli anni '70", dichiara inopinatamente la mattina, forse ancora preso dalla botta alcolica della sera precedente, forse tramortito da metrica e figure retoriche. "sono un terzino dell'italia a sudafrica 2010", pensa probabilmente al fischio finale. ma viola "sta sul pezzo", si sbatte e cerca di dare una mano al povero ingargiola, abbandonato a se stesso. lui stesso si trova spesso a dover fronteggiare due uomini. dai suoi piedi "brasiliani" nascono diversi cross. insomma, ci ha provato. preoccupante il colore "rosso gabibbo" che assume la sua faccia già dopo i primi 10 minuti. ci hanno riferito che non si era dimenticato di respirare, ma che si trattasse sic et simpliciter di ferrea concentrazione. asfissiato. 
ingargiola 6,5: la sua partita è riassumibile nell'urlo "giannottaaaaaa", con il quale l'hanno sentito anche gli alpinisti in scalata. guida con cattiveria la difesa e cerca invano di disciplinare il sopra citato terzino, a spasso sul prato verde e del tutto ingovernabile. si oppone agli avanti avversari che non riescono a confonderlo con i continui cambi di ruoli, stature e sudori. lui vigila attento e non si fa saltare quasi mai, cercando al tempo stesso di correre in aiuto di giannotta ogni volta che può. eppure la sua squadra ne incassa uno in più degli avversari e alla fine deve uscire dal campo mugugnando e digrignando i denti. rimandato.
giannotta 4: novello cristoforo colombo, scopre nuove terre nel mondo del calcio e conquista una zona del campo cui nessuno mai aveva pensato di attribuire un ruolo tattico: la linea della rimessa laterale. guardalinee-giocatore, rivoluziona il calcio in 70 minuti fischiando i fuorigioco e al tempo stesso marcando (?) gli avversari. non lo turbano i 15 metri di vuoto che lo separano dal centrale nè i 20-25 metri oltre i quali dista il terzino destro viola, che in pratica gioca su un altro campo. desta curiosità la determinazione con la quale protegge la linea di porta mentre la sua squadra attacca nell'area avversaria. 4 dei 5 goal subiti sono da attribuire alla precisione con la quale conduce la marcatura sul suo uomo, ogni volta libero di colpire a porta vuota. tsunami. 
trupo 5: le rondini quest'anno non solcheranno i cieli della primavera parmigiana. dopo che trupo ha abbattuto a pallonate diversi dei loro nidi, hanno deciso di migrare più a sud. scarica un fulmine sotto la traversa, ma non indovina un dribbling e poche sono le aperture illuminanti a smistare il gioco cui in passato ci ha abituato. dopo la minaccia di trupo di giocare una partita di calcetto a lampedusa, gheddafi ha immediatamente firmato la resa incondizionata. impallinatore. 
armento 6,5: solita prova generosa e incontenibile della "fionda di matera". gli allenamenti sembrano fruttare, perchè l'esterno solca con maggiore sagacia tattica la propria fascia di competenza, coprendo quando serve e sfrecciando in avanti con pericolosità. le sue folate creano sempre scompiglio, e gli fruttano un assist e un goal di rapina. anima della squadra.
vighi 6,5:  nonostante la doppietta, non è il miglior vighi. non riesce a mettere il proprio tasso tecnico a disposizione della squadra, come vorrebbe e saprebbe fare. si incaponisce in dribbling che non sempre riescono, che nascono dal desiderio di trascinare la squadra ma che andrebbero alternati a un maggiore dialogo coi compagni. a fine partita qualcuno lo ha sentito mentre attribuiva la non eccessiva brillantezza della sua prestazione al terreno di gioco, al sole, all'ombra, agli schemi, ai compagni, al governo, a vanna marchi e a fukushima. battagliero. 

dallatana 10 (MVP): voto all'arrivo in camicia e provolone, alle uscite insensate che hanno regalato una nota di folklore al pomeriggio, agli insulti a fochi da una parte all'altra del campo e alla cortese ospitalità, con tanto di fontanella. protagonista.
il rutto di caprara 10: anche a causa sua gheddafi ha deciso di affrettare la consegna delle armi. percepiti miasmi da bidonville brasiliana. stordente.
la corsa di armento 10: "io darei 10 e lode ad armento perchè è arrivato e tornato a casa (abita in via d'azeglio) CORRENDO! una cosa del genere in via ximenes non s'era mai vista!" (cit. dallatana). sovrumano.


Condividi questo articolo

share su Facebook Condividi su Buzz Condividi su Reddit Twitter Condividi su MySpace vota su OKNotizie salva su Segnalo vota su Diggita Condividi su Meemi segnala su Technotizie vota su Wikio vota su Fai Informazione vota su SEOTribu Add To Del.icio.us Digg This Fav This With Technorati segnala su ziczac Condividi su FriendFeed Stumble Upon Toolbar post<li>
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
 
Licenza Creative Commons
This opera is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non opere derivate 2.5 Italia License.